Orata alla Ligure con Patate, Olive Taggiasche e Pinoli

Cucinare Facile e Sostenibile di Renata Briano

Orata alla Ligure con Patate, Olive Taggiasche e Pinoli

L’orata alla ligure con patate, olive taggiasche e pinoli è un secondo piatto tipico della nostra cucina regionale che abbina il sapore del mare ai prodotti della terra.

Ingredienti per 4 persone

  • 2 Orate (500 g l’una)
  • 4 Patate grandi
  • 1 Spicchio Aglio
  • q.b. Olive Taggiasche
  • q.b. Pinoli
  • q.b. Olio extravergine d’oliva
  • q.b. Sale e pepe
  • 1 bicchierino Vino bianco

Preparazione

Preriscaldare il forno a 200°C ventilato.

Pulire bene le orate. Lavarle ed eliminare le squame e le interiora.

Consiglio: chiedete al vostro pescivendolo se questa preparazione ve la fa lui.

Sbucciare le patate e sciacquarle. Sbollentarle intere per 10 minuti. Poi scolarle, lasciarle intiepidire e tagliarle a fette sottili.

Ungere con l’olio EVO il tegame. Poi aggiungere lo spicchio d’aglio a fettine sul fondo.

Formare il letto di patate. Condire con un filo d’olio, sale e pepe.

Adagiare sopra i pesci con le olive e i pinoli. Irrorare con un filo d’olio.

Infornare a 200 °C per circa 20/25 minuti. A metà cottura sfumare con un po’ di vino bianco.

Quando le orate sono cotte, togliere la pelle, la lisca centrale e le spine e servire a filetti con le patate, le olive e i pinoli.

Se vi piace potete profumare con il basilico e condire con un filo di olio.